I 4 tipi di obiettivo secondo John Whitmore

Ci sono diversi modi e diverse tecniche per realizzare un obiettivo.

E qualsiasi tecnica o strategia che si vuole seguire, parte da una chiara definizione dell’obiettivo che si vuole raggiungere.

Nel coaching, quando si parla di definizione o settaggio di un obiettivo, una delle più utilizzate è sicuramente il modello G.R.O.W. di John Whitmore.

Stiamo parlando di uno dei padri del coaching per come lo intendiamo adesso e il modello da lui ideato resta ancora tra i più efficaci per definire un obiettivo in modo da renderlo facilmente realizzabile.

Abbiamo già illustrato il modello G.R.O.W in un precedente articolo (lo trovi qui).

L’aspetto che vogliamo approfondire risponde ad una specifica domanda:

Quante tipologie di obiettivo esistono?

È lo stesso Whitmore che ci viene in soccorso, con un modello che ti permette di trasformare un sogno in azioni concrete.

Dal sogno all’azione: le 4 tipologie di obiettivo

Nel suo libro dal titolo “Coaching”, che è considerato unanimemente uno dei testi fondamentali di questa disciplina, Whitmore sottolinea che ci sono 4 tipi di obiettivo.

In particolare un obiettivo può attraversare diverse fasi dall’idea alla definizione delle azioni che servono per realizzarlo.

Vediamo quali sono queste fasi e le 4 tipologie di obiettivo.

1.Obiettivo Sogno

In questa fase la descrizione dell’obiettivo è molto ampia e fa riferimento allo scopo e al significato dell’obiettivo che vuoi raggiungere. Ha a che fare più con la vision, con il futuro desiderato, ciò che sogni di realizzare in modo molto generico, seguendo le tue idee e le tue ispirazioni. Potremmo definirlo il grande “Perché”.

2. Obiettivo Finale

L’obiettivo chiaro e specifico che vuoi realizzare. È la manifestazione concreta del sogno, il risultato finale desiderato. Potremmo definirlo il grande “Cosa” ed è assai raro che sia completamente sotto il tuo controllo. L’obiettivo finale è, in sostanza, la risposta alla domanda: Cosa miro a realizzare?

3. Obiettivi di Performance

In funzione del sogno e dell’obiettivo finale, individui gli obiettivi di performance ovvero dei traguardi tangibili. In questa fase rispondi alla domanda: “Cosa farò in concreto per realizzare l’obiettivo?”

4. Obiettivi di Processo

Sono tutte quelle azioni necessarie per raggiungere gli obiettivi performance e che sono completamente sotto il tuo controllo, ovvero che dipendono soltanto da te. La domanda decisiva in questa fase è: “Quali azioni intraprenderò?”

Raggiungere gli obiettivi con il coaching

Le diverse tipologie di obiettivo sono molto utili per trasformare un sogno, un’idea prima in un obiettivo concreto e poi in azioni che ti avvicineranno a ciò che vuoi realizzare.

Nel modello di NeuroCoaching Integrato del Dr Roberto Castaldo, Direttore Didattico di Coach Italy, è presente una semplificazione del modello di Whitmore che rende tutto il processo ancora più concreto e più veloce da applicare a tutti gli obiettivi della tua vita (in questo articolo puoi entrare nel dettaglio).

Capire quale tipologia di obiettivo stai perseguendo e come trasformare il tutto in azioni concrete che ti permettono di realizzarlo, è fondamentale ed è anche ciò che viene fatto nella maggior parte delle sessioni di coaching.

Tante persone hanno obiettivi confusi che restano sogni o semplici idee proprio perché non riescono a seguire un processo che li porti a definire le azioni da intraprendere.

Attraverso il coaching e la guida di un coach professionista questo è possibile e permette davvero di raggiungere anche gli obiettivi più ambiziosi.

Richiedi la tua sessione di coaching oppure vieni a scoprire come guidare te stesso e gli altri a raggiungere qualsiasi obiettivo attraverso le tecniche di coaching più efficaci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright 2023 Coach Italy Performance Coaching Academy. Tutti i diritti sono riservati. Powered by 4mancons.it