Come migliorare le perfomance sportive col coaching

L’importanza dell’allenamento mentale come parte integrante della preparazione atletica è ormai generalmente condiviso ed oggetto di numerose ricerche in laboratorio e sul campo. Negli ultimi anni la psicologia dello sport si è diretta sempre più verso la ricerca di programmi integrati e multimodali d’allenamento mentale.

Martens, uno degli studiosi più importanti e conosciuti nell’ambito della psicologia sportiva, evidenziava la necessità di affrontare in maniera multimodale la preparazione mentale dell’atleta.

Martens afferma che l’intervento sull’aspetto mentale deve essere orientato a:

  • sviluppare ed allenare le abilità motorie e le strategie
  • tarare gli obiettivi
  • raggiungere la motivazione
  • imparare a controllare le emozioni e l’ansia,
  • focalizzare e concentrare l’energia e l’attenzione
  • migliorare la fiducia in se stessi e la consapevolezza di sé
  • controllare le attività immaginative

Ma questi non è l’unico studioso a sostenerlo. Una ricerca presentata dalla British Psychology Society nel 2003, che è tornata di grande attualità grazie all’irrompere del Mental Coaching, sostiene che sono molti i fattori che permettono di avere successo nello sport. E non parlo solo dell’allenamento naturalmente, ma anche del riposo e del recupero, della nutrizione e dell’integrazione.

Ma in questo articolo voglio parlarti forse dell’aspetto che è allo stesso tempo più importante e meno tangibile per raggiungere il successo nello sport: l’importanza di definire un obiettivo.

Ma cos’è davvero un obiettivo?

Con il termine di obiettivo si definisce il fine, la meta, il risultato che si vuole ottenere compiendo una determinata azione; detto così sarebbe facile immaginare che basta porsi un traguardo nella vita e fare qualcosa per poterlo realizzare, per far sì che diventi realtà.

Tuttavia, sappiamo benissimo che un obiettivo, in sé per sé, non basta da solo per raggiungere un determinato scopo: sono tanti, e all’ordine del giorno, gli obiettivi che desideriamo ottenere, ma che purtroppo, nella maggior parte dei casi, siamo costretti a riporre nel cassetto come dei bei sogni impossibili da realizzare.

Eppure c’è chi ce la fa, chi si pone l’obiettivo di migliorare nel campo personale, in quello sociale, sul lavoro, nello sport, di ottenere un certo risultato mai raggiunto prima o solo di migliorarlo, e alla fine ci riesce, con l’unico vero tornaconto di farci credere meno talentuosi e più incapaci di chi, invece, ha ottenuto il successo.

A tale riguardo ti consiglio di dare un’occhiata all’articolo sul metodo Grow, una delle strutture più efficaci di coaching e che puoi applicare alla perfezione anche allo sport. Lo trovi qui!

Ma torniamo a noi.

Per avere successo nella definizione di un obiettivo devi conoscere il vero motivo che è dietro la sfida.

Qual è il tuo “perché”?

Ovvero, perché ti vuoi impegnare a raggiungere questo risultato?

Cosa c’è dietro?

Cosa è davvero importante per te nel giungere a quel traguardo?

Si tratta di un aspetto fondamentale perché il motivo per cui lo fai sarà la cosa che dovrai ricordare quando penserai di rinunciare, quando vorrai interrompere la dieta, quando ti vorrai sedere negli spogliatoi e piangere, invece che andare a fare un’altra sessione di allenamento.

Una volta individuato questo puoi passare allo step successivo.

Sei motivato esternamente o internamente?

Che cosa voglio intendere?

Sei più motivato da una molla interna o più motivato dall’ottenere un riconoscimento esterno?

Sei più motivato dalla sfida con te stesso, oppure dal tifo che ricevi quando esegui una prestazione sportiva perfetta?

Qualunque sia il motivo, renditene conto, approfondiscilo e mantieniti sempre concentrato di su esso.

L’errore più frequente è quello di volersi motivare con ciò che motiva gli altri, quando, invece, devi motivarti con ciò che motiva davvero te stesso.

A questo punto è utile sviluppare un sano “ottimismo disfattista”. Che vuol dire?

Entra nell’idea che tutto andrà bene ma che, al tempo stesso, puoi incontrare degli intoppi.

Quali possono essere questi intoppi?

E cosa puoi fare per superarli immediatamente per tornare in carreggiata?

Questo aspetto è fondamentale, perché ti mette nella condizione di poter avere il controllo anche sugli imprevisti!

Ma c’è anche altro che puoi fare per aumentare il livello delle tue performance sportive. Ne parlo nel dettaglio in questa pagina: clicca e vieni a scoprire come dare il massimo!

Copyright 2019 Coach Italy Performance Coaching Academy. Tutti i diritti sono riservati. Powered by 4mancons.it