Come creare un piano d’azione per i tuoi obiettivi con il coaching

Un obiettivo per essere realizzato ha bisogno di un piano d’azione efficace.

Ed è in questa fase che la maggior parte delle persone si perdono, non riuscendo ad individuare le azioni che possono avvicinarle all’obiettivo.

In effetti la creazione di un piano d’azione richiede molta attenzione e una riflessione approfondita su quali siano le scelte migliori per ottenere il risultato desiderato.

In questo articolo, ci immergeremo nella pratica concreta di come sviluppare un piano d’azione dopo aver definito il tuo obiettivo.

Esploreremo passo dopo passo come tradurre le tue idee e i tuoi sogni in azioni concrete, sfruttando le tecniche di coaching fondamentali per questo processo.

Preparati a scoprire come passare dalla definizione dell’obiettivo all’azione attraverso un piano strutturato che giorno dopo giorno ti avvicinerà al tuo traguardo.

 

Che cos’è un piano d’azione

Per intraprendere con successo il cammino verso la realizzazione dei tuoi obiettivi, è essenziale comprendere a fondo cosa significhi veramente avere un piano d’azione.

Questo strumento diventa il cardine del tuo percorso, fungendo da bussola che orienta le tue azioni in modo strategico.

Il piano d’azione è molto più di una semplice lista di compiti; è un framework dettagliato e articolato che trasforma le tue aspirazioni in una sequenza coerente di azioni concrete.

Immagina il piano d’azione come una mappa che ti guida indicandoti non solo la direzione da seguire ma anche le tappe fondamentali per raggiungere la tua meta.

È un mezzo attraverso il quale trasformi l’obiettivo, che hai precedentemente definito, in azioni concrete e misurabili.

In breve, il piano d’azione è lo strumento che rende tangibili i tuoi obiettivi, consentendoti di avanzare con chiarezza, determinazione e, soprattutto, efficacia.

Ma come costruire un piano d’azione nella pratica? Vediamolo nel dettaglio.

 

Come costruire un piano d’azione

Affrontare la costruzione di un piano d’azione vuol dire mettere le basi per passare all’azione e iniziare a lavorare concretamente alla realizzazione dell’obiettivo.

Nella pratica possiamo dividere il processo di creazione di un piano d’azione in tre fasi, ognuna con uno scopo preciso: una fase preliminare da cui non puoi prescindere, una fase strategica e una fase più operativa.

Approfondiamo una ad una queste 3 fasi per creare un piano d’azione.

Fase preliminare: definizione dell’obiettivo

Prima di intraprendere qualsiasi azione, la chiave di volta è la “definizione dell’obiettivo”.

Questa fase è il fondamento su cui si costruirà l’intero piano d’azione perché, se non si individua nel dettaglio cosa si vuole realizzare, le azioni saranno fini a se stesse.

Definire l’obiettivo è una delle fasi principali del processo di coaching e ci sono varie tecniche che puoi utilizzare: dal Metodo SMART all’obiettivo ben formato della PNL.

L’importante è avere ben chiaro dove vuoi arrivare.

Poi puoi passare ad analizzare alcuni aspetti fondamentali che ti aiuteranno nella scelta delle azioni più efficaci da mettere in campo.

Fase strategica: analisi e valutazione

Questa seconda fase l’abbiamo definita strategica perché si tratta di fare alcune valutazioni sul contesto, sulle risorse a disposizione, sugli scenari possibili e su chi può supportarti nel percorso.

Vediamo nel dettaglio i principali aspetti da valutare in questa fase.

Analizza il contesto

Comprendere a pieno il contesto in cui vuoi realizzare il tuo obiettivo ti consente di scegliere in modo più preciso le azioni da intraprendere.

L’ambiente che ti circonda influenza il tuo percorso ed è importante creare un contesto favorevole che possa facilitare il raggiungimento degli obiettivi.

Considera il contesto sia a livello macro (ad esempio il tuo ambiente lavorativo nel suo complesso) sia nei dettagli (magari nel tuo ufficio ci sono dinamiche che ti possono ostacolare).

Identifica le risorse a disposizione

Per realizzare un obiettivo hai bisogno di specifiche risorse che possono esserti utili durante il percorso.

Può essere il tempo a disposizione, un investimento economico, il supporto di altre persone o qualsiasi altra risorsa che funga da mezzo per ottenere ciò che desideri. .

In ogni caso è importante avere ben chiaro quali sono le risorse a tua disposizione e sfruttarle nel miglior modo possibile.

Valuta i possibili ostacoli

Ogni percorso presenta delle sfide e degli ostacoli da superare.

Anche nelle più rosee aspettative, devi prepararti ad affrontare dei momenti di difficoltà che ti costringeranno ad uno sforzo in più.

Riflettere sui possibili scenari ti permetterà di anticipare e gestire queste sfide, trasformandole da ostacoli insormontabili in opportunità per continuare il tuo percorso.

Trova gli alleati

Niente di grande è mai stato fatto da soli.

Anche se il tuo obiettivo è personale e riguarda solo te, avrai bisogno di persone che possano aiutarti in questo percorso.

Individua quelle che possono supportarti, aiutarti concretamente, spronarti nei momenti in cui starai per mollare.

In questo modo renderai il percorso meno solitario e di sicuro più appagante.

Fase operativa: le azioni da intraprendere

Dopo la fase di analisi, è il momento di procedere alla strutturazione del piano d’azione, individuando i comportamenti e le azioni da mettere in campo per realizzare il tuo obiettivo.

È questa la fase più operativa della creazione del piano d’azione perché si tratta di scegliere le azioni che ti possono avvicinare all’obiettivo e di pianificarle.

Procediamo!

Individua comportamenti controproducenti

Inizia con l’eliminare i comportamenti che possono ostacolare il tuo percorso.

Ognuno di noi ha convinzioni, credenze o limiti che non sono funzionali al raggiungimento dell’obiettivo ed è importante esserne consapevoli in modo da evitare che siano d’intralcio.

Per fare un esempio, se vuoi dimagrire devi eliminare l’abitudine di comprare snack calorici quando vai a fare la spesa, oppure liberarti dalla convinzione di non essere portato per l’attività sportiva che sicuramente ti può aiutare.

Identifica azioni funzionali all’obiettivo

Fai un elenco delle azioni che pensi siano fondamentali per realizzare l’obiettivo.

Devono essere concrete e mirate, allineate ai tuoi valori, orientate al risultato che vuoi ottenere e che pensi di potere fare.

È inutile scrivere, ad esempio, “smetto di prendere il caffé” se sai benissimo che non riesci a farne a meno.

Il piano deve contenere azioni che sei convinto di poter realizzare e che sono sotto il tuo esclusivo controllo.

Programma e pianifica le azioni nel tempo

Dopo avere scelto le azioni più funzionali all’obiettivo, è il momento di pianificarle.

La pianificazione consiste essenzialmente nello stabilire un arco di tempo e di programmare le azioni nel periodo scelto in modo da aver ben chiaro cosa fare.

Ricordati di darti un lasso di tempo ragionevole e di creare una programmazione che puoi seguire. Se vuoi perdere 30 kg non puoi creare un piano d’azione di un mese, oppure se sai che in un determinato giorno hai altre priorità, è inutile inserire attività che sicuramente rimanderai.

Definisci un sistema di monitoraggio

Prima di passare all’azione, ricordati l’importanza di monitorare i tuoi progressi.

Crea un sistema che ti guidi a valutare come sta andando il tuo piano d’azione e se lo stai seguendo alla lettera.

Per la maggior parte degli obiettivi, non c’è bisogno di un sistema di KPI evoluto. Basta anche una semplice agenda, un’app o un tool che ti permette di tenere traccia delle tue attività.

Questo ti aiuterà anche ad analizzare i tuoi risultati in corso d’opera e magari apportare degli aggiustamenti al tuo piano d’azione.

 

Crea un piano d’azione e realizza i tuoi obiettivi con un coach

Il processo di creazione di un piano d’azione ti permette di avere una strategia e una pianificazione delle azioni che ti avvicineranno ai tuoi obiettivi.

Si tratta di un processo che puoi svolgere in autonomia, ma in tanti riscontrano difficoltà.

Ed è qui che interviene la figura del coach, il partner ideale per portare a compimento le varie fasi e che è in grado di seguirti in tutto il tuo percorso.

Il ruolo del coach è proprio quello di guidare il coachee nel raggiungimento del proprio obiettivo, attraverso il processo che hai approfondito in questo articolo e attraverso le tecniche di coaching più efficaci.

Piuttosto che fare percorso da solo/a, avrai una guida, un punto di riferimento, e i risultati saranno inevitabilmente migliori.

Se vuoi realizzare davvero i tuoi obiettivi, richiedi ora una sessione di coaching.

I nostri coach professionisti sono pronti a guidarti, a supportarti e a motivarti in un percorso che può sembrarti complesso, ma che sarà reso facile dai benefici del coaching e dall’esperienza del nostro team.

Prenota ora la tua sessione di coaching e preparati a raggiungere i tuoi traguardi più grandi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


UNI EN ISO 9001:2015
- Progettazione ed erogazione di corsi di coaching e diffusione cultura e concetti di coaching
- Progettazione ed erogazione  di corsi di coaching individuale e di gruppo per lo sviluppo delle competenze comportamentiali e per il miglioramento delle performance di business

Seguici su

      

Numero verde gratuito

Coach Italy è un progetto 4 M.A.N. Consulting

©2024 coachitaly.it | Sede legale: Via Santa Caterina, 29 – 80054 Gragnano (NA) | P.I. / C.F. 06900501211 | PEC: 4manconsulting@pec.postacertificataonline.com | Numero REA: NA 847914 | Capitale sociale: € 25.000,00 i.v.